Nuovo Layout e Work in Progress

Buon giorno cari lettori del blog della Softplace. Il 2013 si avvia rapidamente alla conclusione, ed è quasi tempo di “tirare le somme”. Quali sono state le novità più importanti nel campo del SEO, del Web Design e del Web Marketing? Come spesso accade nel concitato clima lavorativo di questo nuovo millennio, le news sono talmente tante che risulta quasi difficile elencarle tutte. Facciamo insieme un brevissimo punto della situazione.

Sembra che (forse si potrebbe dire finalmente, se non fosse per alcune “contraddizioni” che introdurrò tra poco) i contenuti stiano rientrando al centro dell’attenzione. In verità questo – a ben vedere – non è mai cambiato: i contenuti sono sempre stati il vero valore intrinseco del web. “The content is king”, frase quanto mai inflazionata, seguita a ruota dalla domanda: ma chi è “the queen”? Il traffico? La Link Building? Il Social Media Marketing?

Durante la stesura del piano di web marketing del sito CGT Trucks, di cui ci stiamo recentemente occupando in qualità di web agency, abbiamo cercato di porre l’accento su quanto una buona stesura dei contenuti fosse importante, per presentare ai visitatori (possibili clienti) in modo chiaro ed esaustivo la gamma di mezzi (nuovi/usati/noleggio) nel comparto dei veicoli industriali. Si pone però il quesito riguardante la produzione costante di contenuti: come gestire ad esempio un blog aziendale in un settore così specifico? Oppure, come gestire dei profili Social Network (Facebook, Twitter)? Ed infine, come portare traffico “targeted” verso le pagine del sito?

Situazione simile concettualmente, sebbene in tutt’altro settore, per il sito Implantologia Avanzata che fa capo alla Clinica Odontoiatrica Villa di Biella: in questo caso risulta molto interessante il fatto di poter descrivere tramite un blog aziendale i “casi clinici” che si sono susseguiti nel corso degli ultimi anni, in modo da poter esplicare (sia tramite immagini che tramite video) le tecniche di approccio per affrontare patologie complesse e delicate quali la parodontite. Ma come affiancare la scrittura di contenuti ad altre attività volte a portare traffico mirato verso il sito del cliente?

Quali sono dunque i canali di web marketing applicabili – almeno sulla carta – a tutte le tipologie di sito web? Nella nostra esperienza degli ultimi anni abbiamo constatato che non esiste una sola risposta a questa domanda, ma è la combinazione dei seguenti fattori 1. content writing 2. social media marketing 3. link building che fa sì che un sito possa crescere nel tempo e consolidare la propria presenza in rete.

Certamente in alcuni settori non è così semplice riuscire a lavorare a 360° in tutte e tre le direzioni, e risulta più immediata l’applicazione dei fattori succitati quando si parla di un sito personale: nel caso ad esempio di Ilenia Bellezza e del suo blog personale, costruito anche per presentare il primo libro dell’autrice “Oltre il confine”, è indubbiamente più semplice dare una “connotazione personale” ai contenuti presentati (anche perché – obiettivamente – è più immediato scrivere in prima persona).

Il sito e-commerce TermoDiBi è un altro esempio di sito (in questo caso il sito presenta anche una sezione e-commerce dove è possibile ordinare i prodotti) nel quale la questione della stesura dei contenuti pone un interrogativo: come avviare un blog aziendale per descrivere dei prodotti in un settore così specifico? E come avviare dei profili Social Network considerato che si parla di impianti di riscaldamento?

Insomma, il trend attuale content-related con l’affiancamento dei profili Social non è certo di facile applicazione, almeno, non così facile in tutti i settori. Se osserviamo la maggior parte dei profili Twitter più attivi sono quasi tutti orientati alla persona e non orientati all’azienda, anche se ci sono casi interessanti di aziende che stanno portando avanti ottime campagne di brand awareness attraverso Twitter: un esempio viene da @trenitalia e anche da @fsnews_it, aziende che allacciano contatti e relazioni con clienti e prospects attraverso i tweet. Certamente c’è anche da spiegare alle PMI che occorre dedicare delle risorse (interne/esterne) alla gestione della loro presenza in rete attraverso i Social Network, compito non facile per una web agency.

Come si prospetta dunque il 2014? A nostro avviso occorrerà dedicare sempre più tempo e risorse alla fase di promozione di un sito, nella misura in cui se stimiamo un valore di 100 per il design grafico e funzionale di un sito, dobbiamo prevedere (almeno) lo stesso valore di 100 per la promozione del sito stesso, muovendosi nelle tre direzioni principali che abbiamo accennato prima: redazione di contenuti, attività di social networking e costruzione di link (link building).

Nel contempo, abbiamo pensato anche di dare una rinfrescata al nostro design: da oggi potete ammirare la nuova veste grafica del blog, al quale farà seguito il nuovo design grafico del sito istituzionale della Softplace, che comunque prevede anche una completa revisione dei contenuti relativi a servizi/prodotti. A presto.